#terremoto! l’uso di Twitter durante il terremoto tra testimonianza, propagazione e commento

Nell’ambito della attività di ricerca previste dal progetto abbiamo attiviato un monitoraggio continuo di alcune keyword – definite da hashtag specifici – all’interno di Twitter. L’hashtag #terremoto era tra queste e così abbiamo potuto analizzare i messaggi prodotti dagli utenti fin dai primissimi momenti dopo la scossa.
Com’era prevedibile l’attività su Twitter durante e dopo la scossa – alemno per le prime 24 ore – è stata intensa e ci permette di fare alcune riflessioni sul ruolo che un servizio come Twitter gioca nei momenti di crisi all’interno del più complesso panorama mediale.

Attività Twitter durante le 24h. Insieme ai Tweet (rosso) ed ai ReTweet (blu) sono stati inseriti i maggiori eventi sismici rappresentati dalle bolle arancioni (il raggio delle bolle è proporzionale alla magnituto del fenomeno). Dati Twitter: LaRiCA – Dati Terremoti: INGV

Partendo da questa prima visualizzazione è possibile notare come sia riscontrabile un chiaro picco delle attività Twitter in corrispondenza delle scosse maggiori (sia la principale delle 4.03 che quelle di assestamento susseguitesi tutto il giorno). Due momenti però hanno attirato la nostra attenzione (e su questi concentreremo il resto dell’analisi): il periodo iniziale tra le 4 e le 6 del mattino e il periodo pomeridiano tra le 15 e le 17. In questi due momenti a fronte di scosse di notevole entità abbiamo si un aumento delle attività su Twitter che però si traduce in dinamiche diverse. Tra le 4 e le 6 la produzione di Tweet originali è marcatamente maggiore rispetto a quella di ReTweet mentre tra le 15 e le 17 – in occasione di una seconda forte scossa – questo rapporto si inverte e la produzione di ReTweet supera la produzione di Tweet originali. Questi due momenti rappresentano, in altre parole, un diverso rapporto esistente tra la dinamica di testimonianza e quella di propagazione che normalmente coesistono su Twitter.

Ci è sembrato quindi opportuno procedere ad un’analisi più dettagliata di questi due momenti temporali:

Tag cloud dei Tweet prodotti nel periodo temporale 4-6 – [Si noti che la parola felice è in realtà parte di “San Felice sul Panaro”].

Tagcloud generata dai Tweet prodotti nel periodo temporale 15-17.

Se nella prima TagCloud la centralità è – oltre che per la parola scossa – per tutta una serie di riferimenti geografici volti a definirne l’area e l’intensità (epicentro, magnitudo), nella seconda scossa è possibile osservare la comparsa di riferimenti alla protezione civile, i numeri di telefono utili e le espressioni di call for actions come “contattare”, “segnalare”, e “ritwittate”.

Se la differenza tra questi due momenti emerge anche dall’analisi delle tag clouds è forse opportuno scendere ancor più nel dettaglio con una breve content analysis dei tweet prodotti.

Prime due ore (04-06)
Totale 14535 Tweet


Il primo tweet dopo la scossa (“#terremoto!!!! Paura” di Sonjamjao) è delle 4:05:00 ovvero poco più di un minuto dopo la scossa (ora della scossa secondo INGV: 4:03:52). Come immaginabile si tratta di un tweet fatto da dispositivo mobile (nello specifico un Blackberry).
In quel primo minuto si contano 51 Tweet che salgono a 211 nel minuto successivo.

Produzione di Tweet originali (blu) e di ReTweet (rosso) nel periodo 4-6 am.

Fino alle 04:30 i tweet originali superano i retweet.
Si tratta di una dinamica che si ripete per tutto il giorno in occasione delle maggiori scosse
.

1. Testimonianza
I tweet originali sono tutti simili e mirano a informare (molto frequentemente viene specificata l’intensità percepita ed il luogo dove il terremoto è stato avvertito) e condividere lo stato d’animo.

Terremoto a Vicenza. Forte! #terremoto #vicenza dudi Sun‚ 20 May 2012 04:05:26
H 4.05. Sentito chiaramente un #terremoto. Zona #bg. Piano terra. cera1980 Sun‚ 20 May 2012 04:06:09
Ragazzi terroreeee!! #terremoto mi sono cagato a dosso!! Almeno 10 secondi e forte!!! Il letto ballava davvero!! Mai sentito così forte LucchiAldo7 Sun‚ 20 May 2012 04:06:13

Nelle fasi immediatamente successive alle scosse prevalgono i tweet originali sui re-tweet.
I primi retweet di @INGVterremoti sono delle 4:06, ma re-twittano l’informazione relativa ad una precedente scossa di minore entità avvenuta poche ore prima:

RT @INGVterremoti: #terremoto Ml:4.1 2012-05-19 23:13:27 UTC Lat=44.90 Lon=11.26 Prof=6.2Km Prov=MODENA eliaporcellato Sun‚ 20 May 2012 04:06:56
@INGVterremoti ma vi si è bloccato il cricetino? Son passati 37 minuti dalla scossa e voi muti… #terremoto AngeloneFirenze Sun‚ 20 May 2012 04:39:26

Il Tweet nel @INGterremoti certifica la magnitudo arriverà solo alle 4:50 (https://twitter.com/INGVterremoti/status/204041269301870592)
La seconda scossa delle 5:02:50 viene segnalata dopo circa un minuto:
Ancora #terremoto AceTheBrave Sun‚ 20 May 2012 05:03:53
La nuova scossa riattiva la produzione di Tweet originali dove dominano i termini ancora o altra.

2. Meta commento
Verso le 4:13 iniziano i commenti sulla rapidità di Twitter rispetto ai media tradizionali

RT @webeconoscenza: Giornali on line‚ niente? E ansa? #terremoto maxsalvia Sun‚ 20 May 2012 04:13:43
#terremoto twitter brucia televideo‚ rainews‚ tgcom24. A Bergamo lunga e forte ma niente di drammatico. Ora il problema è riprendere sonno. aleredo Sun‚ 20 May 2012 04:13:45
RT @NicoloVian: E cmq twitter batte 3-0 ANSA. Non c’è storia! #Terremoto LucaTaschin Sun‚ 20 May 2012 04:36:48

3. Propagazione
Già in queste prime fasi si nota la centralità di account delle celebrities che diventano non solo fonti di informazioni da diffondere con i retweet, ma anche soggetti con i quali conversare e con i quali condividere emozioni e sensazioni:

@fede_panicucci a Rovigo fortissimo‚ mai sentito così forte! #terremoto ElisaFolchini Sun‚ 20 May 2012 04:30:42
@CloCecchetto io son attaccata al pc….ma qui a venezia difficoltà di connessione dopo #terremoto…che spavento nikizag7 Sun‚ 20 May 2012 04:31:51
@CremoniniCesare Stai bene? Tutto ok? È dalle tue parti? #terremoto VDeMatha Sun‚ 20 May 2012 04:33:24

In questa prima fase sono pochissimi i Tweet di pubblica utilità e timidi i tentativi di auto-organizzazione.

Venezia‚ Bologna. Milano … L’epicentro dove può esecrere stato? Tra Modena e Rovigo pare… #terremoto LeonardMilan Sun‚ 20 May 2012 04:16:50
RT @gecco: dai‚ triangoliamo i dati di twitter e troviamo l’epicentro #terremoto _pretty_box_ Sun‚ 20 May 2012 02:18:13 +0000
Seconde due ore (15-17)

Ore 15-17
Totale 7065 Tweet
Maggioranza di RT

Produzione di Tweet originali (blu) e di ReTweet (rosso) nel periodo 15-17.

1. Propagazione
La maggior parte dei Tweet ha a che fare con contenuti informativo di stampo news (dove è avvenuto il terremoto, quando è avvenuto, cosa ha colpito) o di pubblica utilità (numeri da chiamare, comportamenti da tenere in caso di terremoto, info su scuole chiuse il lunedì, ecc.).
Se i primi sono sostanzialmente la coda di propagazione sotto forma di RT di informazioni che si sono succedute come NewsTweet nelle ore precedenti, i secondi rappresentano un costante rilancio di obiettivi organizzativi per le popolazioni colpite. Questi OrgRT rappresentano quindi un flusso di servizio che sembra però anche rispondere al bisogno di essere contemporaneamente concretamente utili e presenti nell’#terremoto. Possiamo considerarla una forma di partecipazione comunicativa di tipo attivo che caratterizza in genere l’ecosistema mediale di Twitter in momenti di crisi come questi. È da notare come queste OrgRT rilancino contenuti che non provengono da profili istituzionali e risultino centrali soprattutto le attività di celebrity (come Francesco Facchinetti – uno degli utenti più RT nelle 24 ore – o Paola Turci) o micro celebrity (come Federico Taddia, autore televisivo molto seguito) che vengono molto re-twittati. Spesso figure come le celebrity su Twitter funzionano come canale informativo per utenti non particolarmente avvezzi all’uso degli #hashtag per seguire gli eventi e sono in generale, per il numero elevato dei follower, molto visibili nell’azione di propagazione di news.

RT @FedericoTaddia: #terremoto:Si cercano professionisti: ingegneri‚ architetti contattare la Polizia Municipale: 0535/611039‚ 800/197197.#Mirandola
RT @frafacchinetti: 059-200200 è il numero unico della protezione civile per assistenza zona #Modena #terremoto. Ritwittate e mettetelo tra i preferiti.Grazie
RT @paolaturci: per segnalare le emergenze: 0532-771546 e 0532-771585. #terremoto
Una delle poche comunicazioni “istituzionali” che compare, ed è molto RT, è quella prodotta da @INGVterremoti e che si occupa di informare sull’entità della prima scossa della notte.
RT @INGVterremoti: #terremoto Ml:5.1 2012-05-20 13:18:02 UTC Lat=44.83 Lon=11.49 Prof=4.7Km Prov=FERRARA
Troviamo anche RT su una istituzione, in senso lato, che richiede ai cittadini di dare informazioni:
RT @Archeologi: Il #terremoto al Nord ha ferito il patrimonio artistico. Per segnalare siti‚ castelli‚ beni danneggiati:… http://t.co/o0jje4YQ

Troviamo anche la presenza, pur se limitata, di media locali che usano Twitter per la diffusione di news spesso riprese dal flusso, come per esempio @RADIOBRUNO che rimette in circolo di fatto un contenuto prodotto da Francesco Facchinetti.

RT @RADIOBRUNO1: 059-200200 è il numero unico della protezione civile per assistenza zona #Modena #terremoto. Ritwittate e mettetelo tra i preferiti.Grazie

Nel flusso di Tweet troviamo anche il contatto diretto della cronaca locale che cerca materiale informativo prodotto dal basso che resta però un evento isolato senza RT, come se fosse percepito più come un disturbo nel susseguirsi dei contenuti eticamente poco corretto.

#Terremoto‚ #modena #ferrara Hai scattato delle foto? Inviale al Carlino.it – Il Resto Del Carlino – Bologna: http://t.co/bLgxTvsC

2. Testimonianza
Alle 15:18:39 abbiamo il primo Tweet sulla nuova scossa che colpisce gli utenti di Twitter
Scrive Corrado Marra: Mega scossa mega scossa!!!! #terremoto
A questo seguono circa 1800 Tweet di testimonianza fino alle 13:32:54 dalle diverse parti del nord Italia che man mano che ci si allontana nel tempo comunicano anche luogo in cui sta twittando l’utente (“Brevi scosse a distanza di pochi minuti. Una abbastanza forte. #terremoto #pievedicento”) mentre le prime uniscono istantaneità di una comunicazione irriflessiva (“#terremoto ora!”) alla condivisione.

3. Meta commento
Nell’unità di tempo considerata troviamo anche diverse forme di meta commento, sviluppato in particolare da un flusso di RT, che riguardano eventi comunicativi emersi su Twitter in relazione a Tweet di commento a vicende mediali o considerazioni prodotte sull’evento terremoto. In tal senso sono molti e retweet che hanno a che fare con commenti su thread emersi attorno al terremoto di natura satira o critica con corrispettive reazioni.
Molti i RT, quindi, a contenuti emersi nello ore precedenti che hanno diffuso una forma di conversazione-non-conversazione fatta di rilancio di thread.
Ne emergono in particolare 3.
La prima è costituita di RT al contenuto prodotto da @Microsatira:

@Microsatira: In Emilia per il #terremoto è crollata una chiesa. Cosa non fa Dio per non pagare l’IMU.
e critica di ritorno
RT @micheleficara: MA VAFFANCULO CI SCHERZI SOPRA AI MORTI?“@Microsatira In Emilia per il #terremoto è crollata chiesa. Cosa non fa Dio per non pagare l’IMU”

Poi troviamo un thread che si ripresenta dalla mattina è che viene molto RT come mood che rispecchia un sentire comune degli utenti Twitter coinvolti emotivamente dal #terremoto e che ha a che fare con interviste televisive a Red Ronnie (utente Twitter molto attivo durante la nottata nel rilancio informativo e di opinione) che si è caratterizzato per aver fatto circolare un tweet che metteva in relazione il terremoto con le profezie Maya:

RT @semerssuaq: lezioni di giornalismo: tv e radio straniere cercano di contattare gente che twitta dai luoghi del #terremoto‚ il TG1 telefona a Red Ronnie

Un ultimo contenuto rilanciato è relativo ad un contenuto eticamente scorretto prodotto su Facebook da un giovane esponente del Carroccio di Rovato, Stefano Venturi – poi dimessosi – è che è stato portato all’attenzione di molti utenti:

RT @Woork: #Terremoto “Ci scusiamo per i disagi ma la Padania si sta staccando‚ la prossima volta faremo più piano” http://t.co/5XCYsX7M #VERGOGNA
RT @MediasetTgcom24: #Terremoto‚ il leghista Stefano Venturi su Facebook: “E’ la Padania che si sta staccando”‚ e scoppia la polemica‚ http://t.co/Wfs3xEe7

Sono pochi in questo intervallo i contenuti “emotivi” a esemplificazione questo:

Grazie a #twitter questa notte‚ spaventata dal #terremoto e con la tragedia di #brindisi ancora negli occhi‚ mi sono sentita meno sola.

Conclusioni

Dopo ogni evento di crisi la fase più importante è quella di coordinamento ed organizzazione degli sforzi individuali ed istituzionali allo scopo di favorire i soccorsi. Il caso del terremoto del 20 Maggio 2010 mette in evidenza interessanti dinamiche auto-organizzative, ma anche una preoccupante assenza di soggetti istituzionali in grado di offrire informazioni certe, farsi punto di riferimento per le richieste e coordinare le attività spontanee.

Studi precedenti sul ruolo dei social media in eventi di crisi più devastanti come l’alluvione nella regione australiana del Qeensland, hanno viceversa evidenziato il ruolo chiave giocato dagli attori istituzionali (come l’account Twitter della polizia) e dai media.

In Italia sembra che questo ruolo, in assenza di attori istituzionali, sia stato svolto da account popolari come quelli delle celebrities e altri account molto seguiti. Si tratta di un importante fattore di rischio che andrebbe preso seriamente in considerazione per il futuro. La creazione di account istituzionali inseriti nel tessuto comunicativo dei social media può rivelarsi una essenziale forma di prevenzione in caso di eventi di crisi.

(post a cura di Giovanni Boccia Artieri, Fabio GigliettoLuca Rossi | Unità Università di Urbino Carlo Bo)

Advertisements

3 thoughts on “#terremoto! l’uso di Twitter durante il terremoto tra testimonianza, propagazione e commento

  1. […] ed approfondire la relazione fra forme di testimonianza, di propagazione e di commento consiglio la lettura completa del post. L’analisi qualitativa dei contenuti di TW e RT spiega bene i dati sul sentimento degli […]

  2. […] Una prima analisi dell’attività su twitter durante i terremoti di domenica: rileva che in seguito alla scossa delle 4:04 è stato raggiunto il picco di messaggi inviati con il social network, invece dopo il secondo episodio di maggiore entità i retweet hanno superato i tweet. Via Snsitalia. […]

  3. Rapporto interessante, specie per quanto riguarda il ruolo dei cosiddetti “opinion leader” o “ambasciatori”, che in questi casi propagano il messaggio con maggiore forza e intensità, e in quanto tali utili a comprendere l’importanza della celebrity nella diffusione dei contenuti, che si tratti di adv o meno.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: